Dal 01 gennaio 2017 sarebbe dovuto andare in pensione il doppio sistema di registrazione (cartaceo ed informatizzato) per i rifiuti pericolosi con costosissime multe per chi non si fosse adeguato.
Con il Milleproroghe di fine 2016 (Gazzetta Ufficiale del 30.12.16) è stato varato il quarto rinvio, la norma testualmente dice ” rinvio fino alla data del subentro nella gestione del servizio da parte del concessionario individuato … e comunque non oltre il 31 dicembre 2017”.
Come si evince chiaramente i problemi sono molteplici, alle problematiche tecniche di attuazione del sistema Sistri si aggiungono le problematiche operative mancando il concessionario che sviluppa la nuova versione.
L’incertezza della situazione non agevola gli operatori del settore e con il passare dei giorni aumenta la probabilità dell’ennesimo rinvio alla fine del 2017.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *